Basilicata film to film

Legare il cinema al paesaggio e ai prodotti agricoli di eccellenza. Si parte dal parco nazionale del Pollino e più precisamente dal lago di Monte Cotugno. Patrizio Roversi si muove invece in direzione Bernalda dove ci racconta la storia di uno dei più grandi registi internazionali, originario di queste terre. Vedremo infine Matera e Maratea, nei luoghi che l'hanno resa celebre sul grande schermo.

Pollino: natura inviolata

Pino e Giuseppe ci mostrano il Pino Loricato, simbolo del Parco, e la Faggeta vetusta, una foresta che vanta alberi di 500 anni, patrimonio dell’Unesco. Il Parco nazionale del Pollino è l’area naturale protetta più estesa d’Italia (circa 200 mila ettari). Partenza dai 1.350 metri del Rifugio Fasanelli, per una escursione alla scoperta di un patrimonio naturale impareggiabile.

Fantastic itinerary!

Un fantastico itinerario che inizia da Matera e prosegue a Rotonda con i suoi 2 prodotti DOP.  A Colobraro tra magia e superstizione e tappa alla Riserva dei Calanchi di Montalbano Jonico.  Si giunge poi a Policoro alle rovine di Eraclea.  L’adrenalina del volo dell'Aquila a San Costantino Albanese e infine tappa a Senise per lo spettacolo “La Magna Grecia - Il mito delle origini”.

Basilicata, destinazione umana

Storie di bellezza e accoglienza ambientate a Matera. Eliana racconta del suo rientro in città e di come ha trasformato la sua abitazione in un luogo eco-sostenibile, nel cuore dei Sassi. Atmosfere uniche come quelle che presenta Michele, direttore di uno straordinario albergo diffuso che ha previsto il progetto di recupero e risanamento conservativo degli immobili.

Orizzonti tra cielo e paesaggi

L’entusiasmo di una cooperativa nel gestire un Planetario astronomico che per le sue qualità didattiche, tecniche e scientifiche è divenuto meta molto appezzata da turisti e studenti. Il calore di un altro gruppo eterogeneo di professionisti che convinti delle indiscutibili potenzialità turistiche del proprio territorio propongono servizi ed esperienze.

Vulture, il ‘vulcano buono’

Il viaggio agricolo di Linea Verde ci porta alle pendici del Vulture, il solo vulcano ad est della catena appenninica. Il 'vulcano buono', dalla cui terra fertile e ricca di minerali nascono prodotti straordinari come ad esempio l'Aglianico del Vulture. Molto famose anche le sue acque: acque minerali naturalmente frizzanti per via dell'anidride carbonica che continua a fuoriuscire dalle viscere della terra.

La risorsa ambiente

Renato Spicciarelli dell’università di Basilicata ci parla del turismo ambientale in Basilicata; in particolare del Vulture con il suo vulcano inattivo che nasconde sotto la montagna una ricchezza inestimabile: l’acqua. Focus sui laghi di Monticchio con la sua farfalla, la Bramea e le Abbazie di San Michele e di Sant’Ippolito.

Archeologia millenaria

La Basilicata è luogo di cultura millenaria. Terra ricca di monumenti che testimoniano la presenza di popoli e civiltà antichissime che nei secoli si sono susseguite nel dominio di questo territorio. Tanti sono i siti archeologici, testimonianze di età preistoriche, della Magna Grecia, delle gesta dei Lucani come della grandezza romana. Intervento di Mara Romaniello della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio della Basilicata.

Turismo, passione, impresa

Il turismo in Basilicata raccontato da una donna, figlia di emigrati lucani, che ha deciso di tornare nella sua terra di origine per realizzare un luogo quasi magico. A pochi chilometri di distanza un altro imprenditore costruisce una rete di aziende turistiche nel settore balneare capace di mettere a disposizione del comparto oltre 20 mila posti letto. Due casi di successo di una Basilicata aperta, inclusiva, generosa.

Itinerari del sacro

“Basilicata tra sacralità e turismo”, è il tema affrontato in questa puntata. Itinerari lucani tra santuari, chiese, conventi, abbazie, eremi e luoghi sacri per costatarne il Genius loci e apprezzarne la loro bellezza. Intervento di don Vito Telesca, parroco della cattedrale di San Gerardo di Potenza.