L’anima greca

A Metaponto e Policoro, storia, leggenda e natura si fondono e comunicano attraverso resti di antichissime civiltà. Questi resti hanno resistito a tutto, guerre, alluvioni, saccheggi e sono ancora lì a testimoniare di quel periodo grandioso durante il quale i Greci giunsero sulle sponde della Campania, Calabria, Puglia e Basilicata dando vita alla Magna Grecia.

Arte nascosta, natura manifesta

Reperti che risalgono addirittura all’età preistorica dal Pleistocene al Mesolitico: ossa e zanne di elefante di 500.000 anni fa o i dipinti di animali, di 10.000 anni fa, ritrovati vicino a Filiano. Dipinti paleocristiani e medievali, racchiusi inizialmente dai monaci bizantini e benedettini nelle chiese scavate nelle grotte, dai Sassi di Matera fino a Melfi.

Natura regale

Un’escursione nella zona nord della Basilicata: natura rigogliosa, antiche vie romane, palazzi, castelli medievali. Un vulcano spento, il Vulture, sovrasta il corso del fiume Ofanto dominando le valli e i laghi circostanti che hanno visto le gesta dei sovrani della dinastia normanno-sveva, su tutti Federico II “stupore del mondo”.

Matera, Patrimonio dell’umanità

La parabola della città dei sassi: da vergogna nazionale all’incoronamento Unesco del 1993. In continua crescita al punto di essere eletta Capitale europea della cultura 2019. Massimiliano Burgi, della Fondazione Matera-Basilicata 2019, illustra le varie tappe di avvicinamento al 2019, tra cui: progetti, idee, visioni.

Archeologia dal cielo

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche, presente presso l’Area della Ricerca di Tito Scalo, ci presenta il telerilevamento satellitare per la ricerca di siti archeologici e controllo dell’ambiente In particolare il Laboratorio di Remote Sensing e GIS si dedica allo sviluppo di algoritmi di image processing di dati telerilevati con finalità archeologiche. Nell’ultimo decennio l’utilizzo delle immagini satellitari si è diffuso sempre più anche nella ricerca archeologica.

Key player in history

Castelli, rocche, fortificazioni, luoghi sacri. Tanto da raccontare per una regione con una storia che si svolge a partire dalle prime frequentazioni umane nel Paleolitico, passando per la colonizzazione della Magna Grecia, la conquista romana, e i successivi domini bizantino, longobardo.