Set cinematografico naturale

Scopriamo una Basilicata "terra di cinema", dove i viaggiatori sono attratti non solo dalla bellezze paesaggistiche, ma anche dalla curiosità di scoprire i set dei più importanti film e fiction degli ultimi tempi. E poi riflettori puntati su Maratea per le giornate del cinema Lucano nell'atmosfera delle feste più esclusive.

Non mollare mai

Ferrandina, un centro storico tra i più belli del Sud. Dal Convento di San Domenico alla Torre di Santa Chiara, testimoni di civiltà, cultura e rispetto per la propria storia. In un territorio aspro come il suo paesaggio e forte come la sua gente, imprenditori coraggiosi si sono messi in gioco. Uno di loro è Giuseppe 77 anni e da 50 protagonista dell’economia della Val Basento.

Ulivi secolari

La valle del Basento gode da sempre di una enorme ricchezza: la coltivazione degli ulivi e la produzione dell’olio extravergine di oliva. Su questo territorio si coltivano più di 200.000 piante di ulivo della varietà Maiatica.  In questa valle Leonardo ha “delocalizzato” la sua azienda portando una parte delle sue produzioni da Napoli a Ferrandina.

Basilicata film to film

Legare il cinema al paesaggio e ai prodotti agricoli di eccellenza. Si parte dal parco nazionale del Pollino e più precisamente dal lago di Monte Cotugno. Patrizio Roversi si muove invece in direzione Bernalda dove ci racconta la storia di uno dei più grandi registi internazionali, originario di queste terre. Vedremo infine Matera e Maratea, nei luoghi che l'hanno resa celebre sul grande schermo.

Basilicata sacra e profana

Maratea la Città delle 44 chiese e il gusto dello stilista Michele Miglionico, che ha creato una collezione di abiti ispirata alle Madonne Lucane. Abiti che richiamano la Basilicata sacra, arcaica, le atmosfere delle processioni, delle Madonne portate a spalla, del canto delle donne.

Un luogo trend

Tradizione, arte, eccellenza artigianale. Con Valeria Oppenheimer conosciamo i talenti di moda lucani che sono cresciuti in questa terra ricca di storia. Affascinate il racconto di Manuela Zero che si muove tra i luoghi misteriosi e meno conosciuti della regione. Con Mirko Gancitano invece si vive un'esperienza unica ed estrema, tra le bellezze naturali delle Dolomiti Lucane.

Pollino: natura inviolata

Pino e Giuseppe ci mostrano il Pino Loricato, simbolo del Parco, e la Faggeta vetusta, una foresta che vanta alberi di 500 anni, patrimonio dell’Unesco. Il Parco nazionale del Pollino è l’area naturale protetta più estesa d’Italia (circa 200 mila ettari). Partenza dai 1.350 metri del Rifugio Fasanelli, per una escursione alla scoperta di un patrimonio naturale impareggiabile.

Terra fertile e generosa

L’avventura di Antonio e Rocco, due imprenditori che con la loro azienda di produzione e distribuzione di frutta e verdura a Policoro (tra le zone più fertili d'Italia) sono un punto di riferimento per tutta la regione. In particolare, da seguire il processo aziendale di coltivazione e produzione della fragola 'sabrosa', un prodotto eccellente ricercatissimo sul mercato nazionale ed europeo.

Fantastic itinerary!

Un fantastico itinerario che inizia da Matera e prosegue a Rotonda con i suoi 2 prodotti DOP.  A Colobraro tra magia e superstizione e tappa alla Riserva dei Calanchi di Montalbano Jonico.  Si giunge poi a Policoro alle rovine di Eraclea.  L’adrenalina del volo dell'Aquila a San Costantino Albanese e infine tappa a Senise per lo spettacolo “La Magna Grecia - Il mito delle origini”.

Capodanno a Maratea

Da Maratea, che per le sue spiagge e il suo mare è puntualmente premiata con la Bandiera Blu, le 5 Vele e la Bandiera Verde, il grande show di Capodanno 2018 trasmesso da Rai1. Sul palco: tradizione, giovani star, le novità e qualche sorpresa. Conduce Amadeus, accompagnato dalla partecipazione di Francesco Paolantoni.